Influenza e dolori? Cosa fare nell’immediato

Influenza e dolori? Cosa fare nell’immediato

L’influenza è un malanno stagionale, causato da un virus, con decorso benigno. Questo significa che, nella stragrande maggioranza dei casi, la malattia passa da sola, senza bisogno di alcun tipo di intervento da parte dei sanitari. In alcune situazioni però è opportuno preparasi per tempo all’arrivo dell’influenza, o anche porre rimedio ad alcuni dei sintomi più fastidiosi, come il raffreddamento o i dolori muscolari.

Influenza e dolori

Praticamente tutti hanno provato l’influenza almeno una volta nella vita. In genere il virus ci colpisce durante i mesi invernali, causando sintomi precisi: mal di testa, dolori muscolari, senso di affaticamento, febbre alta.

Chi ha l’influenza è in genere costretto a letto, per un periodo che va da 3-4 fino ai 7-10 giorni. In questo periodo si possono manifestare sintomi anche gravi, o per lo meno fastidiosi. Combattere contro il virus è poco consigliabile, anche perché i farmaci antivirali sono pochi e spesso possono avere numerose controindicazioni. Conviene piuttosto rimanere a letto, assumere una dieta parca e cercare di contenere i sintomi.

Contro la febbre e i dolori muscolari un ottimo aiuto viene dal paracetamolo, principio attivo presente anche in Zerinol compresse. Si tratta di un farmaco ben tollerato dalla gran parte della popolazione, la cui assunzione consente di diminuire i giorni di malattia influenzale per gran parte dei soggetti colpiti.

Evitare l’influenza

Da molti anni ormai all’inizio dell’inverno è possibile reperire il vaccino contro il ceppo di virus influenzale che si ritiene si svilupperà nei mesi successivi. Questo tipo di prevenzione è particolarmente consigliabile per alcuni tipi di pazienti, che potrebbero subire gravi danni nel caso in cui fossero colpiti dall’influenza.

Si tratta in genere di persone anziane e bambini molto piccoli, ma anche di soggetti che manifestano alcune patologie specifiche, a carico di vari organi. Anche le persone che hanno subito un trapianto o importanti interventi chirurgici dovrebbero sottoporsi al vaccino, che è ad oggi il metodo migliore per non venir colpiti dall’influenza.

Si deve anche tenere conto del fatto che le persone a cui il medico curante suggerisce il vaccino sono anche coloro che con maggiore probabilità potrebbero contrarre il virus.

Controindicazioni per il paracetamolo

Il paracetamolo contenuto in Zerinol è uno dei farmaci analgesici e antipiretici meglio tollerati oggi disponibili.

Ci sono però dei casi in cui se ne sconsiglia l’utilizzo, ad esempio nel caso di manifesta ipersensibilità al farmaco o agli eccipienti in esso contenuti, insufficienza epatocellulare, glaucoma, casi di interazione con altri farmaci e anche durante la gravidanza e l’allattamento.

Related Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi